Editoriale: il Dono del Tempo

Questo mese siamo stati alla Croce Rossa Italiana, a Cinisello Balsamo, perché grazie alla nostra collaboratrice Giada abbiamo partecipato ad una piccola raccolta fondi, che si è rivelata grande, perché grandi erano i cuori di quelli coinvolti.

Una raccolta fondi che ha dato i suoi frutti e siamo stati invitati lì per ricevere un attestato di benemerenza a nome della Croce Rossa, una medaglia per Niente Da Dire che ci ha reso felici e onorati. Ascoltando Walter, il direttore del centro, abbiamo capito una cosa però: proprio come i volontari, la cosa che abbiamo di più prezioso è il tempo, perché il tempo non ritorna, perché il tempo scivola via e scegliere come utilizzarlo sta a noi, se facendo del male oppure no.

Se utilizzarlo per cercare una via di fuga oppure una strada per superare gli ostacoli, è una nostra scelta, una scelta che regalerà oppure porterà via tempo ad altri. La cosa più preziosa che possiamo fare è dare il nostro tempo. Quando qualcuno vi chiederà un favore, oppure quando qualcuno vi farà un favore, pensateci, che sia scrivere un articolo per voi, una news, che sia una chiamata Whatsapp, un messaggio, quello che è stato fatto è tempo.

È tempo che qualcuno vi ha donato. Anche se quel messaggio non sarà gradito, tenete presente che quella persona che voleva farvi del male o darvi fastidio, ha utilizzato il suo tempo per voi. Non dovete essergli grati in quella situazione, ovviamente, ma dovete essere consapevoli che il loro tempo è stato sprecato, mentre il vostro che non ve la siete presa, che non avete portato rancore, è ancora lì ed è prezioso. Pensate sempre a chi donate del vostro tempo.

Questo è il tema di questo mese di Niente Da Dire e la copertina, come sempre, è della nostra Camilla Fasola.

Lascia un commento

Previous post Una nuova televisione è possibile? Parliamo di Dinner Club
Next post Nostalgici anonimi, una visual novel sull’hikikomori