Playrino: Non ho la stessa libido del mio partner, come faccio?

Reveal more

Playrino: Non ho la stessa libido del mio partner, come faccio?

Playrino la rubrica che tutti leggono ma alla quale solo i più coraggiosi mettono like.
Salve a tutti campeggiatori, camperisti e campanari, è il Rinoceronte che vi parla, è arrivato il momento del nostro, stretto, spazio dedicato alla sessualità, agli hentai e agli ecchi. PlayRino, è  casa di scambi, non gli scambi che credete, ma scambi di opinioni. Una sorta di sfogo e punto di riflessione per voi lettori. Una posta del cuore? No. Rimaniamo sul tema sessualità, e scrivetemi: rinoceronte@nientedadire.it verrete pubblicati in forma anonima e riceverete una mia risposta, non come un qualche tipo di guru che sa chissà che cosa, ma come un confidente con la vostra stessa voglia di imparare e scoprire. Il vostro dubbio diventerà uno spunto per crescere insieme.

Ciao Rino,

Prima di scriverti ho pensato a lungo, ma poi mi sono decisa e mi son detta “perché no?”
Colgo l’occasione per ringraziare te e il tuo staff per quello che fate quotidianamente con “Niente da dire” e anche con le tue rubriche #playrino. Ti scrivo perché non ricordo se questo tema sia stato trattato precedentemente o meno e nel caso non fosse stato fatto, mi piacerebbe affrontare questa tematica e magari portarla anche alla vista degli altri lettor* che si ritrovano magari nelle stesse situazioni. Il tema di cui vorrei parlare è “la libido”.

Io e il mio fidanzato abbiamo due livelli di libido abbastanza agli antipodi. Ci sono io che mi ritrovo a voler fare magari di più, che sia fisico, sexting o semplice flirt. Mentre la mia dolce metà non pare avere queste necessità. Quando abbiamo la possibilità di vederci (oramai per via del covid seeempre meno) lui è solitamente più espansivo, anche se nei suoi limiti; mentre quando ci capita di essere a distanza non succede invece mai nulla. Certo, ogni tanto mi dice carinerie e dolcezze, ma diciamo che parlandone insieme mi ha detto che non è interessato a cose tipo sexting, video, foto etc. Semplicemente non rientrano nelle sue preferenze. Ha detto che se io proprio volessi, sarebbe disposto a venirmi incontro, ma diciamo che sapendo che non è una cosa spontanea per lui, solitamente non gli chiedo nulla.
La questione libido non mi pare mi dia eccessivi problemi, ma soprattutto di questi tempi mi ritrovo a pensare che forse mi piacerebbe avere più intimità anche se a distanza. Però, ecco, non mi piace “sforzarlo”. So che non ci si può fare molto, però mi piacerebbe affrontare meglio questi temi. Sapere se è capitato anche a te o simili.
Dici che dovrei semplicemente farmene una ragione e sperare che ci rivedremo il prima possibile? Come ci si viene incontro quando si hanno queste differenze senza risultare aggressivo o magari aver la sensazione di costringere il proprio partner in un qualcosa che magari non ha voglia di fare? (Anche se ne parliamo e lui dice che gli va bene io non sono mai convinta al 100%)…

Spero di essermi spiegata bene e di non aver scritto eccessivamente. Spero anche di non averti annoiato troppo.

Ciao Arwen,
ti chiamo Arwen perché immagino che anche lei abbia avuto problemi simili con Aragorn.
Ti ringrazio per avermi scritto e per i complimenti.
Sarò abbastanza brutale, ovviamente rimanendo nella tematica del pensiero personale.
Io e la mia ex avevamo preso alcune decisioni a riguardo perché capitava alcune volte che io o lei avessimo voglia di fare sexting, ad esempio, ma non contemporaneamente. Non volevamo far sì che l’altro sentisse delle mancanze, quindi una delle nostre regole era di poter fare sexting e flirtare con chiunque, ovviamente rimanendo su chat e sempre via virtuale.

Questa decisione in realtà ci ha aiutato molto (anche se adesso è una mia ex, non è per questo motivo) ha fatto sì che i nostri rapporti fossero sempre rilassati e soddisfatti.
Quello che qualcuno potrebbe dirti è che: se devi scendere a patti per portare avanti una relazione, non è una relazione che va portata avanti; altri potrebbero dirti che ci sono sempre dei compromessi nelle relazioni. Per me non è esattamente così, i compromessi che ci devono essere in una relazione devono muoversi intorno al livello di importanza di: cosa mangiare quella sera, di che colore comprare le tende del salotto; per le cose più importanti invece, per come la penso io, di compromessi non ce ne devono essere, in particolare se questi ultimi cambiano il tuo modo di vivere o di provare alcune emozioni o comunque di comportarti.

Sarò abbastanza cinico in questo, ma siamo abbastanza al mondo per far sì che ci sia qualcuno di esattamente uguale al tuo partner, ma senza quel difetto che tanto ti da fastidio.
Questo so che spaventa, e so che pochi lo consiglierebbero, ma è una cosa che io penso. Questo ovviamente non vuol dire che il mio consiglio sia di lasciare il tuo partner, il mio consiglio è di porti la domanda: quanto di me devo mettere da parte per poter far sì che questa relazione continui?
Anche questa è una domanda molto importante, alcuni potrebbero pensare esagerata per quello che mi hai chiesto; ma io credo di no, la sessualità è molto importante in un rapporto.
Per alcuni non lo è. Per altri ancora non lo è semplicemente perché non hanno ancora trovato il partner giusto, ma l’intesa intima è qualcosa che non si può ignorare.

Quello che posso consigliarti nel tuo caso, visto che immagino tu voglia bene al tuo partner, è quella di provare a proporre il sexting aperto, se invece a te non interessa neanche questo, allora entrano in gioco i famosi compromessi che a me non piacciono, ma che a questo punto ti consiglio, perché mettere da parte tutta te stessa completamente, in questo ambito ovviamente, per far contento lui è semplicemente sbagliato.
È ingiusto farlo, tanto quanto obbligare lui a fare qualcosa che non vuole.

Se non trovate un punto d’accordo, questa cosa che adesso è solo un piccolo dubbio, crescerà e si trasformerà in un ostacolo sopra il quale non potrai passare. Se è davvero così, diglielo, ma non per creare ultimatum e attriti, diglielo perché è la verità e sarebbe ingiusto soffrire entrambi. Parlatene, ma chiaramente, digli che per te è importante.
Altrimenti quello che posso consigliarti di fare è provare non ad aprire la coppia, ma a fare sexting con qualcun altro se è uno dei tuoi bisogni.
Ovviamente ti consiglio di fare questa pratica avvertendo il tuo partner, senza mentirgli o fare altro.
So che la situazione è complicata, ma questa potrebbe essere una strada.
Con me ha funzionato, spero che possa funzionare anche con te.

Aspetto le vostre lettere e nel caso vogliate parlare con me vi aspetto su instagram o in libreria con il mio libro a tema sessualità con altre vicende come questa: “Il Corno del Rinoceronte

Lascia un commento

*

Previous post Creare il proprio avatar nei videogiochi è una cosa seria
Next post Voci da depennare