Playrino: come posso chiedere al mio partner un threesome?

Reveal more

Playrino: come posso chiedere al mio partner un threesome?

Playrino la rubrica che tutti leggono ma alla quale solo i più coraggiosi mettono like.
Salve a tutti campeggiatori, camperisti e campanari, è il Rinoceronte che vi parla, è arrivato il momento del nostro, stretto, spazio dedicato alla sessualità, agli hentai e agli ecchi. PlayRino, è  casa di scambi, non gli scambi che credete, ma scambi di opinioni. Una sorta di sfogo e punto di riflessione per voi lettori. Una posta del cuore? No. Rimaniamo sul tema sessualità, e scrivetemi: rinoceronte@nientedadire.it verrete pubblicati in forma anonima e riceverete una mia risposta, non come un qualche tipo di guru che sa chissà che cosa, ma come un confidente con la vostra stessa voglia di imparare e scoprire. Il vostro dubbio diventerà uno spunto per crescere insieme.

Ciao Rino, sono Flora, anche io come molti altri tuoi lettori vorrei trovare un modo per aprire la coppia, ne ho parlato con il mio ragazzo e per lui andrebbe bene solo se scegliessi ragazze (sono bisex) e ogni volta che cerco di aiutarlo a informarsi resta sul superficiale; come spunto ho preso il corno del rinoceronte e leggo tutte le tue rubriche (mi hanno aiutata e mi aiutano tantissimo Rino, grazie!), ma lui non ne vuole leggerle o di informarsi in altra maniera, quindi sono confusa.
Hai qualche consiglio Rino? Grazie mille e scusa il papiro.

Ciao Flora, grazie per i complimenti, e ne approfitto per ringraziare tutti i miei lettori, da quando abbiamo cominciato questa follia siamo diventati tantissimi e i miei playrino vanno sempre meglio. Diventeremo un libro (arriverà presto) e magari comparirete anche su Playboy, chi lo sa.
Questo mese trovate un mio inserto con il “glossario” del sesso, non perdetevelo.
Ma ora torniamo a noi, il tema coppia aperta lo abbiamo affrontato qui, ma questa situazione è diversa, fare un threesome non significa necessariamente “aprire la coppia” può anche essere solo la voglia di fare una specifica esperienza, come coppia, e poi chiuderla . Una scelta del genere può portare una ventata di freschezza e un rinnovo della sessualità e, se esiste questo desiderio, anche spegnere eventuali voglie riguardo “aprire la coppia “ nel suo senso più ampio.
È una esperienza che consiglio, completamente differente dal sesso classico da non valutare in termini di “migliore o peggiore”, ma semplicemente di diverso.
A me capita più o meno ogni sei mesi e non sento minimamente il bisogno di farlo più spesso, anzi, potrebbe andare anche una volta l’anno.

Il fatto che al tuo ragazzo andrebbe solo con una donna e a te vada bene è fantastico, è il primo passo verso il raggiungimento dell’obbiettivo che entrambi abbiate trovato un punto di contatto al riguardo. Mi incuriosisce però il disinteresse successivo, può essere solo timidezza e quindi potresti semplicemente insistere , oppure un disinteresse dopo un pensiero “ma si, diciamo questa cosa della ragazza, tanto non accetterà mai.”
Ma non credo visto che immagino sappia che tu sei bisex.
Allora potrebbe essere che si senta sotto pressione, un ragazzo pensa sempre di “dover dimostrare” qualcosa, figuriamoci quando le ragazze sono due. Una threesome è una fantasia comune, ma è, appunto, una fantasia, dove non puoi “fallire”, la realtà sono un altro paio di maniche.
Per questo devi confortarlo molto, accresce la fiducia in se stesso, fagli notare le cose che ti piacciono mentre fate sesso, magari diventerete entrambi abbastanza spavaldi per affrontare, insieme, tutto.
Rendi chiaro che non è tu che vuoi provare qualcosa di nuovo, ma affrontate la cosa come coppia, insieme, siete voi che fate una nuova esperienza, anche questo potrebbe aiutare.

Il mio libro può aiutare, non “farglielo leggere” ma leggetelo insieme, a letto, dagli una importanza intima e vivetelo come segreto fra di voi.
Prova così.

Aspetto le vostre lettere e nel caso vogliate parlare con me vi aspetto su instagram o in libreria con il mio libro a tema sessualità con altre vicende come questa: “Il Corno del Rinoceronte

Lascia un commento

*

Previous post La creatività è una cosa seria: la grammatica per un mondo migliore
Next post Ritorno al doppiaggio