5 attività creative per tutti

Reveal more

5 attività creative per tutti

Ciao amici lettori!

In questo articolo vi propongo 5 attività creative cui potete dedicarvi per svagarvi un po’ e per rilassare i nervi tesi dall’attuale segregazione casalinga. Ho cercato di selezionare attività fattibili con mteriale che si può trovare facilmente in casa, residuati delle scuole elementari o magari oggetti nascosti nei cassetti della nonna.

 

1. Zentangle

Per questa attività vi servono solo carta e penna. Non preoccupatevi se pensate di non essere bravi a disegnare, non è necessario essere dei maghi dei pennelli per questo tipo di scarabocchi.

Vi consiglio di trovare qualche esempio da copiare all’inizio, e di scegliere una penna che vi piaccia particolarmente, per il colore o per la resa che ha sulla carta. Di fatto lo Zentangle è uno scarabocchiare liberamente. Potete partire dal centro o da un’estremità del vostro foglio, creare delle linee guida e dei cerchi per dare più uniformità al lavoro oppure farvi ispirare dal movimento della vostra mano.

Io ho riempito molte pagine delle mie inseparabili agendine di questi disegni, consumando fino all’ultima goccia di inchiostro di parecchie penne gel e pennarellini. Nel corso del tempo ho capito i tratti che più mi piacevano, quelli più naturali alla mia mano. Per amore dell’ordine ho anche scelto quasi sempre di partire a disegnare in modo radiale, spesso aiutandomi con un compasso per tracciare le linee guida.

Non esistono regole, potete disegnare in cerchio o dentro dei contorni, ad esempio il contorno della vostra mano, oppure potete tracciare linee a caso sul foglio e riempire gli spazi bianchi che si creano fra queste. Sta a voi scegliere come riempire il foglio!

Ricordate che non esistono errori, ogni sbaglio o sbuffo della penna farà parte del quadro finale, potrebbe anzi essere un modo divertente per adattare e trovare soluzioni alternative, nuovi disegni. Io quando sbaglio tendo ad imbrogliare e campire l’area dell’errore, per nasconderlo, ma con un po’ di creatività potrebbe diventare un nuovo motivo da ripetere.

 

2. Origami modulari

Avrete senza dubbio un po’ di carta a casa, altrimenti guardate nella cassetta delle lettere, non mancheranno volantini pubblicitari da utilizzare.

Tutti conoscerete l’origami, meno nota è la variante modulare dello stesso. Di fatto si tratta di creare tanti piccoli origami da incastrare fra loro per creare solidi complessi. Può sembrare molto difficile, ma vi assicuro che basta prenderci un po’ la mano. Vi parlerò più nel dettaglio di questa tecnica in futuro, per ora vi lascio con alcuni esempi, su internet non mancano tutorial e istruzioni e potrete creare bellissimi solidi per decorare la vostra casa… o anche solo per accendere il caminetto in modo creativo se non vi interessa conservarli, ma avrete passato un po’ di tempo ad allenare le dita e anche un po’ la vostra percezione dello spazio.

 

3. Calligrafia

Non tutti hanno in casa pennini o pennarelli calligrafici, se non avete mai provato queste tecniche probabilmente vi mancheranno… per cominciare però posso suggerirvi due trucchetti! Il primo è la calligrafia a matita, consiste semplicemente nello scrivere in corsivo ma facendo attenzione a premere forte quando la matita scende e fare un tratto leggero nei segni in salita. È incredibilmente semplice ed efficace, provare per credere!

Se invece volete fare qualcosa più in grande allora legate insieme due matite o pennarelli, e utilizzatele per scrivere come fareste per un pennino a punta piatta. Campendo fra le linee creerete lo stesso effetto, ma molto più in grande. Cercate degli alfabeti cui ispirarvi se il vostro corsivo non vi soddisfa.

Potete scrivere citazioni dai vostri libri preferiti o motti che vi incoraggino nella vita di tutti i giorni, oppure scrivere intense lettere d’amore prendendovi il tempo di pensare a ogni parola… perché non è certo un lavoro da fare in fretta, né la calligrafia, né lo scrivere lettere d’amore.

 

4. Amigurumi

In quasi tutte le case un po’ di lana e qualche uncinetto si trova, cercate bene fra gli attrezzi da cucito. Il tempo ora non vi manca e potreste imparare una nuova tecnica creativa! Ci sono tutorial e istruzioni a pioggia, credetemi, ho passato moooolte ore persa fra questi contenuti, in cerca del modello perfetto!

Valutate i colori che avete a disposizione e cominciate con qualcosa di piccolo o comunque semplice, una pianta grassa, una carota, un cuore. L’amigurumi è piuttosto semplice, con pochi punti ottenete la maggior parte delle creazioni. Prendetevi il tempo di imparare i fondamentali e poi, se vedete che vi piace, approfondite. La mia ultima creazione è una carotina con dei ciuffetti a spirale, molto semplici e divertenti da fare, il corpo della carota l’ho fatto e rifatto più volte prima di essere soddisfatta…

 

5. Acquerelli e matite

Se un po’ vi piace disegnare potreste approfondire un po’ l’acquerello, ciascuno di noi ha a casa la tipica vaschetta di acquerelli, reduce degli anni delle elementari. Per cominciare è più che dignitosa, credetemi.

Scegliete un soggetto, una foto o un disegno da cui partire, disegnate su carta da acquerello se ne avete, sennò fatevi bastare un cartoncino ben fissato al tavolo, per evitare che si incurvi troppo lesinate sull’acqua.

Io ho provato più tecniche, e si vede che non sono molto brava, ma ci vuole esperienza e tanta pratica per padroneggiare una tecnica pittorica. Il mio consiglio è di fare un po’ di prove, con carta asciutta e bagnata, anche per capire come reagiscono i colori e il foglio. Non abbiate paura di mescolare le tecniche, potrebbero venire fuori cose interessanti… di tutto il mio lavoro quello che preferisco è il rospetto, con coroncina a tempera oro e contorni a pennarellino.

Ricordate comunque sempre di COPIARE! È fondamentale partire da un riferimento chiaro, la mia rana parte da una foto, per intenderci. Anche i grandi pittori del passato se dovevano creare, per esempio, un panneggio, prendevano un pezzo di stoffa e lo osservavano dopo averlo disposto come gli serviva… non se lo inventavano!

 

Ora tocca a voi! I miei sono solo suggerimenti di attività da fare con quello che potete trovare in casa, ma magari avete anche della carta crespa e potreste fare dei fiori di carta, oppure della colla vinilica e fogli di giornale per fare qualche maschera, oppure avete degli strumenti per lavorare il cuoio o la vecchia macchina da cucire della nonna che da tanto volevate provare… tirate fuori tutte quelle attività e tecniche che magari avete rimandato per troppo tempo … vedrete che poi il tempo per queste cose vi mancherà di nuovo! Perché non approfittarne ora?

Fatemi sapere se vi date alla creatività in questi giorni! E se i miei consigli vi sono stati utili o almeno di incoraggiamento.

Baci

G.

Lascia un commento

*

Previous post La scuola ai tempi del covid-19: fermarsi, osservarsi, ri-progettarsi
Next post Viaggiare con una disabilità