Consiglio Non Richiesto

Reveal more

PoW: Un sacco di mostri da personalizzare

“Per aspera, ad astra: Attraverso le difficoltà, fino alle stelle”.

Così si apre il primo capitolo del Consiglio Non Richiesto di oggi: “PoW – Volere è Potere”, gioco ideato da Daniele Caracchi, Ellis Rech e Alberto Galbiati, che ci hanno gentilmente fornito il manuale.

Una delle illustrazioni di Alice Facheris e Federica Giglio

PoW si presenta con un’ambientazione dark fantasy senza scrupoli. A causa di una terribile guerra, la magia, conosciuta come Nihilem, collassò. Così ogni essere vivente sulla terra di Euryd, dalle piante agli animali, venne corrotto e irrimediabilmente sfigurato, gettando il mondo in un’era cupa.

In PoW gli umani sono l’unica razza, o quasi, che è riuscita a sopravvivere alla guerra, quindi in un certo senso sono l’unica razza giocabile (però il manuale non vieta assolutamente di creare build personalizzate, anzi, lo incoraggia).

Anche le classi, chiamate “Vie”, sono estremamente interpretabili, sono soltanto quattro infatti (Corpo, Anima, Mente, Vuoto) e rappresentano solo in che modo il personaggio incanala l’energia magica profondamente infusa dentro di sé, il Will. A prescindere da questo, ciò che sarà il personaggio è a discrezione del giocatore.

Ma gli umani di questa terra non sono i casti eroi delle leggende, sarete delinquenti e criminali il più delle volte, che lottano per resistere a interminabili insidie. Se è un party malvagio quello che cercate, PoW potrebbe fare al caso vostro.

Parliamo di queste insidie, pezzo forte del gioco. Nel manuale è presente un bestiario, con qualche creatura sì, ma soprattutto con un profondo sistema di creazione dei propri mostri, varie tabelle e spunti che aiutano a inventare tutta la fauna che la guerra ha corrotto. Invece dei soliti draghi e troll potrete dare sfogo alla vostra fantasia.

Sarà impagabile vedere le facce dei vostri giocatori quando dal cielo arriverà un kraken lich demoniaco volante… ok troppo, forse troppo.

Ma in fondo è un po’ lo spirito del gioco, non importa quanto sarà terribile il mondo davanti a voi, la volontà è potere, tenendo a mente questo neanche un kraken volante vi potrà spaventare.

Lascia un commento

*

Previous post Tutti in stazione con Federica Tumminello
Next post Asgard non è un luogo ma un popolo, cosa significa?