Per un pugno di domande

Reveal more

Per un pugno di domande

Playrino la rubrica che tutti leggono ma alla quale solo i più coraggiosi mettono like.
Salve a tutti campeggiatori, camperisti e campanari, è il Rinoceronte che vi parla, è arrivato il momento del nostro, stretto, spazio dedicato alla sessualità, agli hentai e agli ecchi. PlayRino, è  casa di scambi, non gli scambi che credete, ma scambi di opinioni. Una sorta di sfogo e punto di riflessione per voi lettori. Una posta del cuore? No. Rimaniamo sul tema sessualità, e scrivetemi: rinoceronte@nientedadire.it verrete pubblicati in forma anonima e riceverete una mia risposta, non come un qualche tipo di guru che sa chissà che cosa, ma come un confidente con la vostra stessa voglia di imparare e scoprire. Il vostro dubbio diventerà uno spunto per crescere insieme.

Ciao Rino è da molto che ti seguo e trovo la rubrica PlayRino molto interessante sia per persone molto giovani con idee un po confuse, sia per persone un po più navigate ma con spiccato interesse negli argomenti che tratti quindi in primis volevo ringraziarti per questa bellissima iniziativa che stai portando avanti.
L’argomento di cui vorrei parlare è il fisting, una pratica sessuale che mi attrae moltissimo, ma che ahimè non ho ancora avuto occasione di provare, ne attivamente, ne passivamente.
Ora la mia domanda è, qual è il modo migliore di introdurre la mia partner a questa pratica? Ne abbiamo parlato un paio di volte ma a lei non sembra interessare, e per evitare di forzare la mano non ho più toccato l’argomento. Il problema è che il mio interesse nonostante tutto non sembra essere calato minimamente e la faccenda sta diventando abbastanza frustrante.
Ho paura di riprendere l’argomento per ricevere un no secco, però allo stesso tempo vorrei davvero introdurre questa pratica nella nostra vita di coppia, come risolvo il dilemma senza ferire i suoi sentimenti e allo stesso tempo senza obbligarla in qualcosa che non vuole fare?
Grazie mille

So che verrà pubblicato tutto in forma anonima ma vorrei chiaramente mantenere l’anonimato, così per esserne sicuro. Grazie ancora Rino!

Ciao OnePunchMan, ti chiamerò così per mantenere l’anonimato e perché mi fa ridere.
Almeno quanto la tua battuta involontaria “per evitare di forzare la mano”.
Scherzi a parte, ti ringrazio di cuore per le tue parole. Playrino è un progetto al quale tengo molto, tra queste lettere, le recensioni degli hentai, le domande e il glossario è un’esperienza che mi sta facendo crescere e sono contento che non sia l’unico a imparare.
Il tuo quesito non è direttamente sul fisting, ma sul come presentare nuovamente un argomento senza infastidire il partner perché, evidentemente, ci tieni.
Tuttavia soffermiamoci un attimo sul fisting, si tratta di una pratica molto estrema, che non ho mai fatto ne visto dal vero e che è praticabile solo con persone, sia uomini che donne, particolarmente predisposti o che, comunque, si sono allenate.
Il fisting consiste nell’inserimento di tutta una mano fino al polso nella vagina o nell’ano di un individuo, a “pugno” appunto. Non condanno tale pratica, l’importante è che, come tutte le attività sessuali, venga fatta nel completo consenso, tuttavia, a titolo personale, mi fa un po’ impressione. Il fisting può anche provocare danni se chi lo riceve non è abituato, quindi, One PunchMan, vacci piano, mi raccomando.
Detto questo, rientrare in argomento dopo che c’è stato un “no” è qualcosa che tutti abbiamo fatto indipendentemente dal sesso, in particolare se il tema è importante. Forzare qualcuno a fare ciò che non vuole tramite ricatti morali o peggio, la forza, è assolutamente sbagliato, ma riparlare da pari di un argomento, assolutamente no. Se è davvero importante per te devi riparlarne, perchè anche se magari non lo farete comunque, lei deve avere chiaro che per te è qualcosa di cruciale e che ti frustra, non per fare leva morale o altre amenità simili, semplicemente perché in una coppia le cose “non dette” sono incredibilmente dannose. Nel caso si dimostri interessata dopo un chiarimento, la cosa che posso consigliarti è, assolutamente andare per gradi, iniziare una conversazione con “voglio metterti una mano dentro” spaventerebbe anche un muppet.
Comincia allora da un dito, due, tre. Ma non nello stesso incontro, in mesi, non c’è fretta, non spaventarla (sia nel caso tu voglia farlo a lei o lei debba farlo a te), magari sarà lei stessa a chiederti di più, magari no. Nel caso tieni presente le tue necessità, ma non scordare mai le sue. Purtroppo non esiste una “formula” per convincere qualcuno, devi prendere coraggio e parlare chiaramente di ciò che per te è importante.

Ringrazio OnPunchMan e ringrazio voi, aspetto le vostre lettere e nel caso vogliate parlare con me vi aspetto su instagram o in libreria con il mio libro a tema sessualità: “Il Corno del Rinoceronte

Lascia un commento

*

Previous post Cancelli senza entrate
Next post Buon Inktober a tutti